martedì 26 ottobre 2010

Attentato a Capezzolone!

Il portafeci del Pdl, bisessuale voltagabbana, Daniele Capezzolone è stato colpito con un pugno da un ignoto per strada.
Il gesto è stato stigmatizzato dai miliziani di Berlusconi come frutto dello squadrismo di sinistra, nutrito dalle campagne d'odio della stampa non berlusconiana e di Famiglia Cristiana.
In generale, però, politici di ogni schieramento hanno condannato il gesto e augurato pronta guarigione al contuso.

«In una telefonata, il segretario Francesco Storace ha espresso affettuosa solidarietà a Daniele Capezzone»
, rende noto l'ufficio stampa de La Destra, «anche lui sa cosa si prova ad essere pestati. Glielo hanno spiegato quelli che ha preso a sprangate negli anni '70».

Noi un'idea di chi possa essere stato a malmenarlo ce l'abbiamo già. Guardatevi questo video, e ditemi voi chi realmente nutre odio nei confronti del povero Capezzolone.

martedì 19 ottobre 2010

Escort 25

In questo blog abbiamo parlato sovente di mignotte, papponi, festini in villa e altre sudicerie decadenti, ma ora vi vorremmo proporre un vero manifesto culturale, il brano che è un affresco della società dell'immgine e del sesso payperfuck.

martedì 12 ottobre 2010

Pillola superconcetrata

Dopo la funambolica sinossi di 23 di Beautiful in soli 6 minuti, arriva anche il compendio che sbroglia 17 anni di baci rubati, liti, risse e riconciliazioni nella love story tra Fini e Berlusconi.

Utilissimo strumento, ad uso scolastico, per passare in rassegna e far rapida menzione di ciò che normalmente tendiamo a dimenticare, nello stratificarsi della nostra memoria politica.

domenica 3 ottobre 2010

Blasfemìe



Un altro tabù culturale è stato abbattuto. La bestemmia si accinge definitivamente ad essere sdoganata, dalla quarta carica dello Stato. Se anche Berlusconi (strenuo difensore dei valori tradizionali del cristianesimo) bestemmia deliberatamente ed in pubblico, allora anche noi del blogsboc (strenui antagonisti dei disvalori del cristianesimo), che lo facciamo da sempre (e sempre siamo stati vittime di rimproveri e vituperii), ci sentiamo oramai legittimati a sacramentare in totale libertà.

Ma il muro dell'ipocrisia era già stato abbattuto da un'altra eminenza. Ecclesiale, per di più. Il famoso caso di Mons. Ersilio Tonini, che, esasperato da una vita di castità e contrizione, si lanciò in un lunghissimo ed incarognito turpiloquio blasfemo.

Monsignor Tonini che bestemmia from Redmond Barry on Vimeo.