martedì 14 dicembre 2010

La crisi colpisce anche la mafia

Recapitata lettera minatoria alla Marcegaglia contenete un caricatore di pistola vuoto.

lunedì 15 novembre 2010

Vademecum popolare per la accorta amministrazione delle donne

Ed ora il pungente punto di vista di un acuto osservatore della società odierna: un bietolone leccese di nome Giuseppe Simone.
Dalla sua cabina di regia casalinga, una elevata specola del comportamento umano, egli conduce, a scadenze irregolari, disamine argute sui costumi contemporanei e soprattutto sulle donne.
A voi questa preziosa testimonianza, che non ha eguali per acume e raffinatezza.




[Video segnalatoci da il Fraudolento Hippie grazie alle mediazione di Mentecatt Hunter]

venerdì 5 novembre 2010

Meglio pedofilo che frocio

L'Italia è un paese di vecchi. E questo lo sapevamo. Ma che fosse anche un paese di vecchi pedofili ancora era da appurare. Il premier viene sorpreso a scoparsi una minorenne, e per giustificarsi dice che è meglio «avere la passione delle belle donne che essere gay». Potrebbe essere. Tuttavia lui con "donne" intende dire "bambine". Perché la ragazzina in questione è una marmocchia di 17 anni.
Berlusconi quindi rompe un altro tabù (la pedofilia) ed erige un altro immorale totem (il machismo da caserma di due secoli fa).
I vecchiacci bavosi invece, quelli che poi compongono gran parte della base elettorale del Grande Puffo, plaudono a questi suoi vizi pubblici, e nella loro sordida immoralità dicono che anche loro vorrebbero scoparsi una bambina. Per comprendere - qualora non dovesse esser sufficientemente chiaro - quanto ciò sia abominevole, basta che pensiate a vostro nonno che si intrufola nel vostro letto e, dopo essersi tolto la dentiera, vi sodomizza, oppure potete guardare un video porno sotto la categoria Young/Old dove si vede quello che Berlusconi fa in privato, senza l'alone romantico del tombeur de femmes che lui stesso si vuole dare, ma apparendo per quello che semplicemente è: un vecchio pedofilo.

martedì 26 ottobre 2010

Attentato a Capezzolone!

Il portafeci del Pdl, bisessuale voltagabbana, Daniele Capezzolone è stato colpito con un pugno da un ignoto per strada.
Il gesto è stato stigmatizzato dai miliziani di Berlusconi come frutto dello squadrismo di sinistra, nutrito dalle campagne d'odio della stampa non berlusconiana e di Famiglia Cristiana.
In generale, però, politici di ogni schieramento hanno condannato il gesto e augurato pronta guarigione al contuso.

«In una telefonata, il segretario Francesco Storace ha espresso affettuosa solidarietà a Daniele Capezzone»
, rende noto l'ufficio stampa de La Destra, «anche lui sa cosa si prova ad essere pestati. Glielo hanno spiegato quelli che ha preso a sprangate negli anni '70».

Noi un'idea di chi possa essere stato a malmenarlo ce l'abbiamo già. Guardatevi questo video, e ditemi voi chi realmente nutre odio nei confronti del povero Capezzolone.

martedì 19 ottobre 2010

Escort 25

In questo blog abbiamo parlato sovente di mignotte, papponi, festini in villa e altre sudicerie decadenti, ma ora vi vorremmo proporre un vero manifesto culturale, il brano che è un affresco della società dell'immgine e del sesso payperfuck.

martedì 12 ottobre 2010

Pillola superconcetrata

Dopo la funambolica sinossi di 23 di Beautiful in soli 6 minuti, arriva anche il compendio che sbroglia 17 anni di baci rubati, liti, risse e riconciliazioni nella love story tra Fini e Berlusconi.

Utilissimo strumento, ad uso scolastico, per passare in rassegna e far rapida menzione di ciò che normalmente tendiamo a dimenticare, nello stratificarsi della nostra memoria politica.

domenica 3 ottobre 2010

Blasfemìe



Un altro tabù culturale è stato abbattuto. La bestemmia si accinge definitivamente ad essere sdoganata, dalla quarta carica dello Stato. Se anche Berlusconi (strenuo difensore dei valori tradizionali del cristianesimo) bestemmia deliberatamente ed in pubblico, allora anche noi del blogsboc (strenui antagonisti dei disvalori del cristianesimo), che lo facciamo da sempre (e sempre siamo stati vittime di rimproveri e vituperii), ci sentiamo oramai legittimati a sacramentare in totale libertà.

Ma il muro dell'ipocrisia era già stato abbattuto da un'altra eminenza. Ecclesiale, per di più. Il famoso caso di Mons. Ersilio Tonini, che, esasperato da una vita di castità e contrizione, si lanciò in un lunghissimo ed incarognito turpiloquio blasfemo.

Monsignor Tonini che bestemmia from Redmond Barry on Vimeo.

mercoledì 29 settembre 2010

E chi se ne frega?

Ed ora un video didattico: l'esegesi per immagini della canzone "E chi se ne frega" di Marco Masini (il cantante che porta sfiga, tanto per intenderci). Nell'esaustivo filmato possiamo vedere esplicato, verso per verso, il componimento di questo grande poeta moderno. Molti sostengono che le parole ce la abbia messe lui, mentre la musica l'avrebbe scopiazzata dalla band statunitense dei Metallica. Anzi, l'avrebbe proprio presa di peso dai Metallica, semplicemente incidendo i suoi lirismi vocali su di una base musicale da karaoke. Ma noi siamo fermamente convinti che invece sia tutto l'opposto, che i Metallica - celeberrimi ladri musicali e fan sfegatati del nostro Masini - abbiano sentito il brano e glielo abbiano copiato.
Godetevelo:



E poi confrontate lo scadente plagio fàttone dai Metallica.

[Video segnalatoci da Mentecatt Hunter]

sabato 11 settembre 2010

Guerre Sante

A sua insaputa

venerdì 10 settembre 2010

Magheggi

Ci sono momenti in cui la realtà supera la fantasia. Momenti in cui i destini dei personaggi più grotteschi e disparati si incrociano, per creare situazioni assurde e paradossali. E' il caso della ministra (detta la Ministronza) Giorgia Meloni, che organizza Atreju, il festival dei giovani del Pdl (nel Pdl è considerato giovane chiunque, anche al di sopra dei sessant'anni, purché si scopi una minorenne). La ministra, dunque, avendo già raccattato in giro incantatori di serpenti, mangiafuoco, prestidigitatori da casinò, venditori di tappeti, necromanti, giocolieri, saltimbanchi, nani e ballerine, si trova nell'impellenza di ingaggiare anche un mago. Uno di quelli veri però, che sappia leggere la mano, predire l'avvenire, e rievocare i trapassati. Ebbene, la sua scelta è ricaduta su - nientepopodimenoche - il Divino Mago Otelma (si chiama Amleto di nome, ed Otelma ne è la lettura a ritroso).

Il Mago Otelma dovrà dunque intrattenere gli illustri ospiti politici, predicendo loro il futuro.
Ma chi è questa bizzarra comparsa?
Omosessuale dichiarato, truffatore incallito, ex fascista missino, ex democristiano, ex radicale, si candidò nel 1992 facendo perno del suo programma la riapertura delle case di tolleranza. Secondo il nostro mago di fiducia (il mago Omar) ci sono buone probabilità che Otelma possa diventare il futuro leader del centro-destra. E' pure un pluricondannato, quindi pare abbia tutte le carte in regola.



E qui possiamo sentire il Divino cantare una mazurka sulla sua più grande passione: il gelato.

mercoledì 8 settembre 2010

Tributo ad Antonio Rezza

Mi scuso, anzitutto, con i gentili lettori del blogsboc per la mia indolenza nel pubblicare post, ma non sono nella condizione di adempiere ai miei doveri internetteschi e cybernetici. Nel giro di una diecina di giorni riprenderò piena operatività. Nell'attesa vi regalo quelche video che possa far riflettere...

Come questo, del sommo poeta - dal volto spigoloso e dantesco e dalla voce bubolante - Antonio Rezza:

martedì 24 agosto 2010

Sbocco VIP n.1

Carissimi lettori, mi scuso immensamente per questa mia prolungata assenza agostana, ma - in fondo - è estate per tutti. Infatti io l'ho passata ricoverato in ospedale, per quello che si credeva un principio di morbo di Parkinson, che si è poi scoperto essere solo irritabilità intestinale. Ebbene, ho trascorso questo tempo lieto leggendo avidamente questa nuova rivista di gossip, pubblicata dal gruppo editoriale Violenza, Caos, Cipolle!.
Si chiama Sbocco VIP e potete trovarla in tutte le peggiori edicole a solo 1 rublo.


[Cliccate sull'immagine per ingrandire]

martedì 27 luglio 2010

Grazie Michael Clacson

In attesa di poter vergare un post di una qualche sugosa sostanza (impossibilitato in ciò da un incipiente morbo di Parkinson), pubblico questo splendido e commovente video-necrologio dedicato alla memoria del fu Michael Clacson, notorio child molester attenzionato dalla polizia.



[Video segnalatoci da Mentecatt Hunter]

lunedì 19 luglio 2010

Lapsus freudiani

Ed ora vorremmo passare in rassegna alcuni fra i più allarmanti lapsus freudiani dei nostri capipopolo. Precisando che con lapsus freudiani intendiamo quelle dichiarazioni involontarie che rivelano verità normalmente tenute nascoste, le quali emergono, non censurate, in momenti in cui s'abbassa il livello d'autocontrollo.

Berlusconi ha dato vita a centinaia di "Tangentopoli" nella questione degli appalti a L'Aquila.


Berlusconi ha speso uno sproposito di quattrini per comprarsi i giudici.



Dell'Utri, condannato per mafia, è mafioso.

Marcello Dell'Utri ammette di essere mafioso from Redmond Barry on Vimeo.

martedì 13 luglio 2010

iPhone 4: Il futuro è adesso!

Così i supertecnici della Apple hanno rivoluzionato il mondo delle telecomunicazioni. Intuizioni semplici ma geniali, che ci portano sempre più vicini alla perfezione assoluta, ai traguardi definitivi dell'evoluzione scientifica umana.




[Video segnalatoci dal
Fraudolento Hippie]

giovedì 8 luglio 2010

Caso Claps



martedì 6 luglio 2010

Silvião do Brazil


L'ormai onnipotente, onniscente, onnipresente ed onnivoro Sylvio Berlusconi è sempre più scatenato. Da quando è separato, e da quando ha capito che alla messa gli danno lo stesso l'ostia (anche se s'è appena fatto fare un pompino da una monaca di clausura attraverso l'abbaino, tramite il quale queste sante interagiscono col mondo) non ha più freni inibitori.
A San Paolo del Brasile, ha raccontato ai convenuti alla sua visita:

«Sapete, ormai ho una certa età, e inizio a dimenticarmi le cose.

Stamattina ad esempio volevo farmi una ciulatina con una cameriera dell'albergo e questa mi ha risposto: "ma presidente, l'abbiamo già fatto un'ora fa!". Vedete che scherzi fa la memoria?».

Dev'essere lo specchio dei tempi. I costumi sono mutati e i vecchi viziacci di una volta (toccare le ragazzine, molestare gli infanti, evadere il fisco, attraversare gli incroci col rosso, andare a puttane minorenni, tradire la moglie, mettersi le dita nel naso) non sono più da nascondere ipocritamente, ma da mostrare orgogliosamente, come gloriosi vessilli.
E quindi: orsù, liberiamoci tutti, cari lettori, da queste vecchie ipoteche facciatiste.
Io, dal canto mio, da buon cattolico, continuerò a votarlo.


P.S. Molti di voi (i più maliziosi) si saranno chiesti: "ma se non ha tempo di andar a deporre in tribunale, ha tempo di andare a troie in Brasile?". A ciò non possiamo dar risposta. Per ora.


[Nella foto: Sylvio Berlusconi nel film "A qualcuno piace calvo"]

lunedì 28 giugno 2010

PULP MUPPETS

Quando Quentin Tarantella incontra i Muppets.

sabato 26 giugno 2010

Tommaso FiglioDelCazzo frulla anche l'iPhone 4

Natualmente la saga dei frullati deve continuare.
Questa volta Tom Dickson fa anche una piccola parodia per prendere in giro gli ingegneri della Mela Bacata che si sbronzano e dimenticano i prototipi nei pub.


Ormai Apple produce nuovi modelli dei suoi prodotti soltanto per vedere Dickson che li frulla.

martedì 22 giugno 2010

Speriamo che l'Italia non vinca i mondiali

Nur Italien Nicht from Redmond Barry on Vimeo.



«Non importa un cacchio chi vince la Coppa. Basta che non sia l'Italia, che non sia l'Italia di nuovo!»
E' questo il tormentone tedesco dei mondiali 2010. Una grande presa per il culo che un gruppo di comici d'Alemagna hanno confezionato per portare scalogna alla nazionale più neghittosa, opportunista e perdigiorno di tutto il campionato del mondo.
Certamente il loro stile è molto trash (ed è solo per questo che un argomento calcistico oggi ha trovato spazio nel nostro blog altamente antisportivo), ma il contenuto della denunzia è assai veritiero: la nazionale italiana è una torma di negletti che si trascinano a fatica sul campo, sfruttando ogni occasione buona per far meno sforzo possibile, che riescono a malapena a pareggiare con squadre di non-professionisti come la Nuova Zelanda (che verrebbe tranquillamente sconfitta da qualsiasi formazione di serie C, come il Ravenna, il Portogruaro o la Sambenedettese).

P.S. Come è melodico ed eufonico il tedesco: sembra che facciano i gargarismi con la soda caustica.


[Video segnalatoci dal Fraudolento Hippie]

lunedì 7 giugno 2010

Tom Dickson frulla l'iPad

Vista l'uscita di questo ammenicolo in Italia, vorrei sottoporre alla vostra attenzione un video di Tom Dickson (Tommaso Figliodelcazzo), in cui frulla il celebre Apple iPad. Ce la farà?

martedì 1 giugno 2010

Voglia di evasione

Questa sera Sylvio Berlusconi ha telefonato in diretta alla trasmissione Ballarò. Ha accusato di bugiarderia mezzo studio televisivo (la metà che non è nel suo libro paga), poiché ivi si diceva che lui avesse giustificato l'evasione fiscale. A tal riguardo ha fermamente detto di non aver mai dato il proprio beneplacito agli evasori e all'evasione fiscale.

Bene.

Nel video possiamo vedere uno squallido imitatore del Berlusconi che mette in scena il proclama incriminato, così da far piombare una pletora di aspre quanto ingiustificate critiche sul primo ministro, qui mascalzonamente imitato.

mercoledì 26 maggio 2010

Berlusconi e la manovra fiscale

martedì 25 maggio 2010

Priest Off

Stanchi dei soliti preti che sciamano attorno ai vostri innocenti e sessualmente appetibili figliuoli?


Con Priest Off, lo spray scaccia preti, potrete immunizzare il vostro bambino contro le molestie dei fastidiosi curati, e, grazie ad una speciale miscela di ormoni sintetici, anche un imberbe e tenero pargoletto di 8 anni sembrerà, agli organi sensorii di preti, vescovi, cardinali e diaconi, un adulto peloso e senza alcun fascino.
Priest Off: la soluzione decisiva contro preti e arcipreti.

[Video segnalato da DVa Edabaka]

domenica 23 maggio 2010

I Tùtorial di Gemma del Sud

Il video che vado a presentarvi è un vademecum fondamentale per tutte quelle ragazze che vorrebbero migliorare il proprio aspetto, ma deficitano dei rudimenti pratici per poterlo fare. Nel "tùtorial" in questione, la splendida Gemma del Sud, vessillifera di tutte le procaci bellezze del mezzogiorno d'Italia, mostra al suo pubblico come ci si autopiastra i capelli, completando l'opera con un leggerissimo trucco sul viso.



Questa raffinatissima magistra elegantiarum è stata ferocemente criticata sul web, soprattutto da famelici ammiratori respinti, e da molte donne invidiose della sua grazia. Ma dovremmo solo dimostrarci riconoscenti nei confronti di chi mette a disposizione il proprio know how, per tutti, su internet.

[Video segnalato dal Fraudolento Hippie]

giovedì 13 maggio 2010

Fratello Metallo

Sicuramente in molti lo conosceranno, sia per lo spazio che gli è stato accordato nelle rubriche di inutilia dei telegiornali del regime, sia per la sua partecipazione al Gods of Metal in tre o quattro edizioni diverse. Egli è Cesare Bonizzi, meglio conosciuto come Fratello Metallo. Un frate giocondo e gaudente che infiamma il popolo dell'hard rock con il suo vangelo elettrico e gutturale.



mercoledì 7 aprile 2010

Cota dice NO alla pillola abortiva RU-486

mercoledì 31 marzo 2010

Scandalo Pedofilia

Fuffas contro Bertolao Meravigliao

Domenica sera. Noto ristorante nel centro di Roma. Famiglie con bambini, che cenano sorridenti. Tra i clienti, seduto al tavolo con la moglie, c'è anche l'architetto e designer Massimiliano Fuksas. Ad un tratto entra nel locale anche Guido Bertolaso, con indosso la sua solita polo nera: con tutti i galloni, i fregi tricolori e le medaglie al merito.
Fuksas, appena lo scorge, sbotta, ad alta voce:
«Ecco, c'è anche quel pezzo di merda. Quel ladro!».
Lo staff del sottosegretario subito insorge, si stringe a coorte, e fa quadrato attorno al capo.
Ma Fuksas continua, scandendo parolacce, come posseduto da un fuoco sacro.
Alcuni clienti lo rimproverano, e in breve si scatena una rissa tra i collaboratori del Bertolaso e il taurino architetto. Vola qualche ceffone, molti insulti in romanesco («de li moracci tua e de tu nonno, e de chi n' te ce manna ca mano arzata!») ed anche una formaggiera.
Finita la bagarre, rimane un solo big. I polli da combattimento vengono allontanati e Bertolao Meravigliao, a locale oramai svuotato, si siede e si gusta, dacché è di bocca buona, il suo solito stronzo di merda cotto al sangue.

Vabbé, tutta questa solfa insostenibile solo per farvi vedere qualche video dell'architetto Fuffas:


e del vero Fuksas che s'incazza:

mercoledì 17 marzo 2010

Batman contro lo squalo

Uno splendido estratto dalla serie di Batman degli anni '60.
Osservate attentamente questo capolavoro e cercate, nella quiete dellla vostra dimora, di porvi delle domande e magari trarne delle risposte. Io mi ci sono scervellato sopra a lungo, soprattutto su una, che mi assilla tuttora: perché il pescecane esplode quando cade in mare?

mercoledì 17 febbraio 2010

Lo smoking nuovo

mercoledì 10 febbraio 2010

Shahram Shabpareh - Esce ma non mi rosica

Ed ora, una vera rivoluzione musicale: la cover di uno sconosciuto - e misconosciuto - pezzo italiano, "Esce ma non mi rosica", riportato in auge 30 anni fa dalla geniale mente canora dell'iraniano Shahram Shabpareh, e che ora ci ritorna indietro come un boomerang. Le parole sono un po' strascicate, ma il senso del cantato è chiarissimo.
In seguito alla rivoluzione degli ayatollah iraniani, l'autore di questo pezzo fu ostracizzato, e dovette riparare negli Stati Uniti, dove ha continuato a produrre musica d'altissimo livello, pur senza l'ispirazione delle bellissime ragazze di Tehran. E' anche per render giustizia a questo grande artista esiliato che la dittatura islamica in Iran deve essere affossata.




[Video segnalato da Il Fraudolento Hippie]

giovedì 14 gennaio 2010

Ritorno al Tecnodromo

Ieri sera al Tg Vomito, il direttore Menzognini s'è lanciato in una difesa a briglia sciolta nei confronti del grande santo-martire Bottino Craxi. Il tutto teso a riabilitare il ladrone, per far apparire i ladroni di oggi - tutti suoi figliocci per altro - in fondo meno tetri.
Guardatevi la performance, se ve la siete persa, perché è una grande prova, credo unica al mondo, di come si possano dire due minuti ininterrotti di bugie e falsità senza mettersi a ridere.



Se non sapete chi fu il delinquente, ladro, condannato e latitante Benito Craxi, ve lo ricordiamo noi, riproponendovi una nostra vecchia Verosimiglianza truce:

CRAXI VS KRANG


Ebbene, Craxi fu, a suo tempo, l'esoscheletro androide di Krang (il cattivo delle Tartarughe Ninja), costretto a fuggire, per via di una condanna, nella Dimensione X.


[Nella foto: Krang si compiace del suo corpo androide, e di come intasca mazzette e soldi della mafia]

lunedì 11 gennaio 2010

Anche la plastica sanguina

[Theodore Géricault, Teste di due giustiziati, 1818]

Il Profeta è di nuovo tra noi. Ed il volto del dolore, immolatosi per la salvezza dell'uomo, è tornato ridente e colmo d'abbacinante grazia. Neppure si vedono più i segni del cruento attentato, lavati via con qualche balsamo miracoloso. In solo 30 giorni il nostro Lazzaro è risorto, in barba ai dotti medici che gli avevan prospettato - scettici nei confronti del suo potere di autorigenerazione - 3 ben più lunghi mesi di prognosi, per guarire dal lancio di un gingillo di plastica da 200 g. (quanto una confezione di stracchino).
Sia lordato Gesù Cristo.

E ora, ad avvalorare la nostra Teoria della Messinscena, due ottimi video che mostrano le incongruità tecniche di questo attentato falso e granguignolesco:



venerdì 8 gennaio 2010

A caval Donato non si guarda in Bossi


Com'è che si è soliti dire? "Anno nuovo vita nuova", giusto? Fu così anche per Donato, un cantante neomelodico varesino degli anni '70. Uno smielato tenerone che sapeva però fare, al momento giusto, la faccia da duro.

***

Ma che fine ha fatto questo Donato, è forse sparito dalle scene?
Solo da quelle musicali, perché ha saputo riciclarsi bellamente, con camaleontico savoir-faire. Ebbene, non ci crederete, ma attualmente Donato fa il politico. Anzi, addirittura il ministro.
Il cantante in questione è l'attuale storpio e paraplegico ministro Umberto Bossi.
Dopo una gioventù trascorsa cantando nelle balere, approdò nel coro di Palazzo Madama, dove mutò il suo pseudonimo da "Donato" a "Il Senatùr". Il resto della storia lo conoscete.

In questo video una splendida performance canora dell'usignolo Donato, assieme al compianto Mino Reitano.



[Nella foto: Umberto Bossi, alias Donato, mentre intona una ballata anti-immigrazione nella sua cameretta da teen ager]