mercoledì 30 settembre 2009

BoB il palindromo

Scimmiottando il videoclip di Subterranean Homesick Blues del menestrello Bob Dylan, il maestro Weird Al Yankovic ci propone una splendida ballata tutta di frasi palindrome. Gustatevelo!



I, man, am regal - a German am I
Never odd or even
If I had a hi-fi
Madam, I'm Adam
Too hot to hoot
No lemons, no melon
Too bad I hid a boot
Lisa Bonet ate no basil
Warsaw was raw
Was it a car or a cat I saw?

Rise to vote, sir
Do geese see god?
"Do nine men interpret?" "Nine men," I nod
Rats live on no evil star
Won't lovers revolt now?
Race fast, safe car
Pa's a sap
Ma is as selfless as I am
May a moody baby doom a yam?

Ah, Satan sees Natasha
No devil lived on
Lonely Tylenol
Not a banana baton
No "x" in "Nixon"
O, stone, be not so
O Geronimo, no minor ego
"Naomi," I moan
"A Toyota's a Toyota"
A dog, a panic in a pagoda

Oh no! Don Ho!
Nurse, I spy gypsies - run!
Senile felines
Now I see bees I won
UFO tofu
We panic in a pew
Oozy rat in a sanitary zoo
God! A red nugget! A fat egg under a dog!
Go hang a salami, I'm a lasagna hog

mercoledì 23 settembre 2009

Jon Wayne - Texas Funeral

Ed ecco a voi, affezionati lettori, una canzone veramente di pregio. Un gioiellino presente anche nella colonna sonora del film From Dusk Til Dawn.
La canzone narra di un povero cristo texano assai sfigato, a cui spaccano la mascella con un pugno, rubano l'auto, sparano al suo cavallo ed infine gli muore il babbo.

venerdì 18 settembre 2009

Il Dossier a luci rosse su Fini

Il mio caro e vecchio amico Vittorio Feltri (abbiamo fatto il militare nelle Giovani Marmotte assieme) mi ha nottetempo passato sottobanco il famigerato Dossier a luci rosse, che contiene scandali e porcherie su Gianfranco Fini.


Noi pubblichiamo una piccola anteprima del suo contenuto veramente scandaloso.



giovedì 17 settembre 2009

Alessia Marcuzzi succhia il wurstel

In questa gag, la showgirl Alessia Marcuzzi pratica una maldestra fellatio ad un wurstel. L'umorismo, dal sapore inglese e piccante (si guardi il Benny Hill Show, già negli anni '70), non è di per se deprecabile; ha tuttavia fatto insorgere associazioni di genitori, indignati contro la visone di un pompino in fascia pro tetta.
I genitori non sanno però che su Italia 1 la fascia pro tetta termina alle 12.25, con la prima edizione di Studio Aperto, al cui confronto i film porno sadomaso sono intrattenimento per bambini.

mercoledì 16 settembre 2009

Farabutti

Berlusconi: «Siamo circondati da farabutti in TV, stampa e politica».

Chissà a chi si riferisce?

Porca a Porca


Ecco i 4 punti più irrilevanti dell'intervento di Sylvio Berlusconi a "Porta a Porta", il porno-show nazista del suo amico Marrone Imenottero:

1. Per Berlusconi tutti i capi di governo italiani erano dei pivelli a confronto con lui. A partire da De Gasperi, che era un segaiolo.
Ovviamente il parametro per formulare questo giudizio non lo spiega a nessuno, forse è il Diarreometro: più merda uno fa uscire dalla bocca, più l'indice si alza. E tutti i capi di governo prima di lui, seppur vomitevoli, erano certo meno loquaci.

2. Così Berlusconi appiana le divergenze con Fini: «Tra me e Gianfranco Fini non c'è nessun dissapore. Abbiamo solo due visioni diverse della politica. Per Fini e i professionisti della politica il partito deve discutere le decisioni che devono essere prese dal governo. Per me il partito non è altro che una trappola acchiappavoti, un carrozzone di paraculi che mi leccano lo scroto, e reclutano per me giovani troiette che poi cerco di scoparmi, ma mi riduco ad osservarle mentre si masturbano, in attesa di un'erezione che non verrà mai perché non ho neppure più la prostata. I comunisti me l'hanno strappata e l'hanno collettivizzata. La usano a turno».

3. Ammette di esser stato costretto a partecipare a questa grande pagliacciata propagandistica (che ha prepotentemente oscurato ogni altro programma che le avrebbe tolto visibilità). Egli avrebbe certo preferito guardare la partita del Milan, ma, per amor di Patria, è stato obbligato ad andare in TV a raccontar favole e cazzate sulla ricostruzione in Abruzzo, e a delirare, senza contraddittorio, accusando il mondo intero di esser bolscevico, ebraico e di avercela con lui.

4. Poi attacca il centro-sinistra dicendo che i parlamentari del PD sono e saranno sempre dei vecchi comunisti, anche se sono cattolici e baciano la pantofola al papa, anche se sono capitalisti e fanno scalate finanziarie, ed anche se hanno favorito il salvataggio e la quotazione in borsa di Fininvest quando era piena zeppa di debiti.
Povero Stalin, assimilato a tale gentaglia!

lunedì 14 settembre 2009

5 notizie altamente irrilevanti

1. La carogna puzzolente di Mike Bongiorno viene tenuta nella bara a frollare un giorno in più, e si mutano le esequie di un vecchio bavoso in funerali di Stato (che prevedono la presenza del presidente del consiglio) affinché Berlusconi non abbia da andare alla Fiera del Levante a Bari, la città che è oramai sua fornitrice ufficiale di troie.
Povero Mike.

2. Il programma di propaganda di regime nazista "Porta a Porta" domani oscurerà la messa in onda del talk show politico Ballarò. Domani, nel notorio fazioso programma condotto da Marrone Imenottero (Bruno Vespa) si mostreranno i successi del regime, tra i quali i terremotati aquilani che ricevono in dono dal premier, in sostituzione di quelle crollate, bellissime e nuovissime case. Egualmente abusive e non antisismiche, cosicché non abbiano da trovarsi a disagio.

3. Vittorio Feltri (che noi tutti sappiamo esser nientemeno che il sudicio pornodivo Christoph Clark), lancia accuse - mentre si allena facendo i gargarismi con la sborra - anche a Fini di essere uno sporcaccione. Il Giornale da lui diretto (la carta igienica della famiglia Berlusconi) attacca chiunque non succhi l'ano del premier. Pare abbiano dossier anche sul Blogsboc, secondo i quali potrebbero rivelare al mondo che questo blog fa sboccare.

4. Umberto Bossi è colpito da diarrea fulminante dopo aver bevuto un bicchiere mezzo vuoto di acqua del Sacro Fiume Po.

5. Oggi è stato il compleanno di Gaetano Badalamenti, cantautore meridionale, e di Mariano Apicella, boss mafioso.


Nella foto: Mike Bongiorno riesce, con un'unica faccia da idiota, ad imitare contemporaneamente sia Falkor, il cane della Storia Infinita, che Jabba the Hutt, la ricotta ammuffita di Star Wars.

martedì 8 settembre 2009

Mike Bongiorno tira le cuoia

Coerentemente con le nostre tradizioni, il blog riparte quando qualcun altro diparte. Ovvero quando Mike Bongiorno muore. Ebbene sì, l'apparentemente immortale matusalemme del piccolo schermo è scomparso nottetempo nella sua villa abusiva a Montecarlo.

Ovviamente non ci dispiace neanche un po', tuttavia lo vogliamo ricordare con una celeberrima diceria a lui inerente:

"- Cosa fa Mike Bongiorno di notte?
- Mike Bonanotte."

E con due video delle sue più salienti gaffes televisive: