giovedì 31 dicembre 2009

Violenza, caos e statuette del Duomo

Blogsboc vi augura vomitevoli feste ed un infelice anno nuovo, sperando che, nell'anno prossimo venturo, di queste statuette da 200 g. di resina acrilica prodotte in Cina ne vengano scagliate a nuguli sulle teste dei potenti. E soprattutto che siano letali, e che non regalino punti di consenso elettorale, ma solo punti di sutura.



"Armate i pazzi,
perché, se loro non è la terra,
loro sarà il regno dei cieli.
Essi scaglieranno pietre
contro gli oppressori del popolo,
non vacilleranno,
a loro sarà tributata la gloria celeste
e risorgeranno nella potenza di Dio".

Salmo 121, 8---------------

giovedì 17 dicembre 2009

Tommaso Buscetta VS Anton Chigurh


Avete mai notato la straordinaria similarità che intercorre tra questi due criminali: il mafioso Tommaso Buscetta e il killer psicopatico Anton Chigurh, del film Non è un paese per vecchi?
I fratelli Cohen, autori del film, hanno detto di essersi ispirati alla fotografia di un pappone messicano degli anni '70, per creare lo stile estetico del personaggio. Tuttavia, a mio modesto parere, si sono ispirati al più noto mafioso Tommaso Buscetta, arrestato in Brasile nel 1972.
Ed anche la madre di Javier Bardem, l'attore che interpreta Chigurh, secondo me, s'è ispirata a Buscetta per metter al mondo il proprio figliuolo.

martedì 15 dicembre 2009

Cronaca di una morte annunciata

Bene, la cronaca che vi abbiamo tracciato in questi concitati giorni, dal colpo al volto del Tiranno, comincia ad arrivare ad una soluzione sempre più concreta. E le nebbie che fin da subito abbiamo cercato di sondare senza lanciarci in impeti emotivi pro o contro l'aggressione, ad oggi, risultano molto più chiare.

«Questo internet ci ha rotto i Maroni!»

Al vaglio del "ministro della sbirraglia" Maroni, nuove norme per la "regolamentazione" (leggesi "repressione") della «libertà di espressione sul web e quella di manifestazione, ancorchè in luoghi aperti, pubblici».
La notizia ed il progetto sono ancora in embrione, ma bastano e avanzano per far tremar le vene ai polsi a coloro che fruiscono quotidianamente del web per informarsi, istruirsi e veicolare opinioni. Per tutti coloro, insomma, che hanno eletto la rete a baluardo della propria libertà, per resistere alla preponderanza del sistema televisivo-informativo di regime.

Per fortuna che Pierferdi c'è

Pierferdi Casini (che utilizza il web per scaricare film porno e acquistare vibratori, plug anali e altri ninnoli erotici) ha ammonito severamente il ministro, dicendo che «questa manovra non deve sfociare nell'illiberalità».
Un grazioso ossimoro, dal momento che l'ex "estremista rosso di Democrazia Proletaria" Maroni sta alla libertà come Cicciolina sta alla illibatezza.

[Nella foto: Maroni che suona la pianola]

lunedì 14 dicembre 2009

O mia bela madunina, che te brillet de lontan


Berlusconi sta bene.
La madonna (madunina) l'ha miracolato. Ha deviato il Duomo, le cui guglie avrebbero dovuto colpirlo mortalmente al cuore, e glielo ha fatto finire invece sui denti, che tanto sono posticci.

Contromisure


Ma sono già pronte le manovre del governo, che non si lascia sfuggire di certo questa splendida occasione per trovare e colpire i cosiddetti "mandanti morali" dell'insano gesto accaduto ier sera (insano perché è assolutamente folle pretendere di far un attentato con un souvenir del Duomo).
Si parla già di oscurare i social network sul web che "inneggiano alla violenza", ovvero un qualunque sito dove un antiberlusconiano qualsiasi esprima la propria opinione, come si fa al bar o alla bocciofila, e magari gli scappi detto: "Ma gli venisse un accidente!".
Dopo il successo di popolo e di piazza del No B. Day, nato ed autoalimentatosi solo sul web, non poteva mancare una bella reazione coercitiva e restrittiva nei confronti di questa incontrollata arma di sovversione che è la rete, dove liberamente la gente si informa, e magari viene anche sobillata da qualche sinistro arruffapopolo digitale.

Accuse ai mandanti morali

Le prime responsabilità del gesto - che sarebbe semplicistico e sprecato attribuire ad un pazzo psicolabile qualunque - sono già state distribuite: ad Annozero, per esempio: "Se questi signori continuano a far vedere manifestamente che Berlusconi è mafioso, è chiaro che la gente poi lo vuole morto", ha dichiarato Qulgliariello della PdL.
E su Di Pietro (che aveva fatto intendere che, prima o poi, qualcuno si sarebbe incazzato di brutto con un premier che, in barba alla crisi e agli italiani che perdono il lavoro, pasteggia a champagne e si fa masturbare da escort da "5000 € la sega") dicono: "è lui che istiga i pazzi a metter in atto gesti da pazzi".

Bonaiuti porta sfiga!

Proprio ieri l'altro, Bonaiuti, il portaminchia della PdL, aveva celebrato Berlusconi dicendo che "mai nessun politico a Milano era stato tanto celebrato come lui", e che nessun altro godesse di tanta popolarità tra i meneghini. Eccome!
Bonaiuti, se stai leggendo questo blog - come sono sicuro tu stia facendo -, d'ora in poi, per amore del tuo padrone, taci!

L'aggressore

Massimo Tartaglia, 42enne, malato di mente, da 10 anni in cura presso un istituto, da tempo soffriva di disturbi della personalità. Ma di lui dicono i medici che lo assistevano: "da qualche tempo stava meglio. Sembrava rinsavito. Sembrava quasi una persona normale: pensate che voleva addirittura uccidere Berlusconi!".
Quale miglior segnale di sanità mentale?

[Nella foto: Santo Volto o Santa Veronica e il sacro sudario, di Domenikos Theotokopoulos (detto El Greco). Convento delle suore cappuccine, Toledo].

domenica 13 dicembre 2009

Berlusconi tumefatto

Oggi, al termine di un comizio a Milano per la pubblicizzazione del tesseramento alla PdL, il dittatore Sylvio Berlusconi è stato colpito al volto da un aggressore, tale Massimo Tartaglia. Talune voci dicono che l'abbia fatto tramite un modellino in miniatura del Duomo, con le sue belle guglie aguzze e contundenti. Dopo il trauma, il presidente è stato ficcato in auto dai suoi gorilla, ma poi ha preteso di riuscire fuori, per rassicurare i suoi estimatori riguardo alla sua incolumità.

Bene, prima che vi lanciate in un unanime coro danzante di suffragio nei confronti del novello Gavrilo Princip, vorrei cercare di sondare le nebbie di questa insolita aggressione.
L'attacco potrebbe tranquillamente essere una messinscena artefatta, orchestrata ad arte dai falchi della destra per creare precedenti pretestuosi, utili alla maggioranza per stringere ulteriormente il cappio attorno alla gola del paese. Per accusare, ora con prove, la sinistra e in particolar modo Di Pietro di istigare all'odio e alla violenza (proprio l'altro giorno il leader dell'Italia dei Malori aveva paventato una reazione violenta alle nequizie del regime). Ora certamente possono gridare all'attentato, e magari prendere provvedimenti "cautelativi" ed autoritari, affinché nessuno possa più commettere, né paventare un gesto del genere.

Non di rado, nella storia, anche molto recente, attentati artefatti e aggressioni manovrate sono state utilizzate come pretesto dalle dittature per legittimare le loro future manovre "restrittive".

P.S. Inoltre, il cordone di sicurezza è stato - stranamente- imbelle, e le sue body guards impotenti di fronte ad un semplice pezzo di pisquano che gli si è avvicinato e l'ha ferito. Ciò è piuttosto insolito, e non deve apparire un dettaglio.

Buona domenica e buon tirannicidio a tutti!

mercoledì 9 dicembre 2009

Le figuracce di merda di La Russa

Come al solito Ignazio La Russa (un politico che, sovente, per difendersi da accuse inconfutabili, dà del "pedofilo" ai suoi detrattori) parla a vanvera. Apre il suo lurido becco da corvaccio per gracchiare e creare baccano, affinché nei dibattiti nessuno riesca a capirci un cazzo.
Bene, nell'ultima puntata di Ballarò, egli lancia le sue viscide accuse di parzialità ai redattori del programma, salvo poi essere smentito sotto gli occhi di tutti due secondi dopo:

martedì 1 dicembre 2009

Jizz In My Pants

Ecco a voi un video, segnalatomi dal collega Paul, che descrive la drammatica situazione di tutti coloro a cui capita, per un motivo o per un altro (siano le avances di una bella ragazza, un chicco d'uva o una fredda brezza serale), di avere improvvisamente un rilascio di JIZZ nei propri pantaloni.

lunedì 23 novembre 2009

THE ITALIAN (BLOW) JOB


Un grande classico del cinema.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchi italo bocchinono italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino italo bocchino

mercoledì 11 novembre 2009

Profeti Pedofili

L'altro giorno, quella lurida stronza di Daniela Santanchè ha detto che Maometto era pedofilo, perché aveva una sposa bambina di 9 anni. Sicuramente sarebbe vero agli occhi del diritto italiano odierno, ma dobbiamo vedere la cosa nel suo contesto: nel deserto d'Arabia, nel VII secolo dopocristo. Quando l'aspettativa di vita non superava i 40 anni e i padri davan in ispose le figlie per ricavarne una dote. Se così non fosse, allora anche San Giuseppe era un pedofilo, da sterilizzare e sbatter in galera, poiché sposò, già anziano, Maria che aveva 12 anni.
Quel vecchio sudicio sporcaccione!



lunedì 9 novembre 2009

Mudo li Merlino

Vorrei celebrare questa giornata, 20esimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, in maniera piuttosto scadente, come si addice a questo blog: con la significativa testimonianza delle aberrazioni linguistiche di Luca Giurato, fra le quali regna sovrana una proprio dedicata al Muro.

venerdì 30 ottobre 2009

Transparri

Ormai è ufficiale:

Gasparri va coi trans.

Ma i transessuali in questione minacciano querele a chiunque pubblichi questa accusa infamante.

«Anni fa, fui beccato dai carabinieri mentre, smarrito per la capitale, chiedevo informazioni stradali a dei transessuali, che per queste cose sono meglio di un navigatore satellitare».


Gasparri Maurizio va con i transessuali
con i transessuali va Maurizio Gasparri

lunedì 19 ottobre 2009

Clerks e il vecchio sporcaccione

Un piccolo omaggio ad un grande film, realizzato vari anni or sono, con gli introiti ricavati dalla vendita di una collezione di fumetti.
Qui possiamo vedere il vecchio sporcaccione in azione. Riuscirà il nostro eroe a farsi una pippa a scrocco?

venerdì 9 ottobre 2009

Tributo a Luca Sardella

Oggi vi vogliamo parlare, cari ed affezionati lettori, di un grande personaggio della televisione e della canzone italiana, oltreché grande esperto di vegetali e piante ornamentali. Vi vogliamo parlare di Luca Sardella.

Celebre e celebrato per la sua carriera televisiva, come "pollice verde" nazionale. Da sempre vicino a tutte le casalinghe che abbiano voglia di adornarsi la casa di piante e fiori. Legato ai vecchi valori contadini, alla natura e alle tradizioni semplici, che caratterizzavano la più genuina Italia rurale di una volta. In questo video, sigla di un suo vecchio programma, lo vediamo perfettamente a suo agio tra vacche e pascoli, in uno splendido scenario in cui le uniche cose non naturali sono il suo cappello ed i colori acidi dei suoi vestiti.



Per quanto riguarda la sua carriera canora, vi proponiamo il bellissimo e commovente inno dell'UDC, da lui scritto ed interpretato.

mercoledì 30 settembre 2009

BoB il palindromo

Scimmiottando il videoclip di Subterranean Homesick Blues del menestrello Bob Dylan, il maestro Weird Al Yankovic ci propone una splendida ballata tutta di frasi palindrome. Gustatevelo!



I, man, am regal - a German am I
Never odd or even
If I had a hi-fi
Madam, I'm Adam
Too hot to hoot
No lemons, no melon
Too bad I hid a boot
Lisa Bonet ate no basil
Warsaw was raw
Was it a car or a cat I saw?

Rise to vote, sir
Do geese see god?
"Do nine men interpret?" "Nine men," I nod
Rats live on no evil star
Won't lovers revolt now?
Race fast, safe car
Pa's a sap
Ma is as selfless as I am
May a moody baby doom a yam?

Ah, Satan sees Natasha
No devil lived on
Lonely Tylenol
Not a banana baton
No "x" in "Nixon"
O, stone, be not so
O Geronimo, no minor ego
"Naomi," I moan
"A Toyota's a Toyota"
A dog, a panic in a pagoda

Oh no! Don Ho!
Nurse, I spy gypsies - run!
Senile felines
Now I see bees I won
UFO tofu
We panic in a pew
Oozy rat in a sanitary zoo
God! A red nugget! A fat egg under a dog!
Go hang a salami, I'm a lasagna hog

mercoledì 23 settembre 2009

Jon Wayne - Texas Funeral

Ed ecco a voi, affezionati lettori, una canzone veramente di pregio. Un gioiellino presente anche nella colonna sonora del film From Dusk Til Dawn.
La canzone narra di un povero cristo texano assai sfigato, a cui spaccano la mascella con un pugno, rubano l'auto, sparano al suo cavallo ed infine gli muore il babbo.

venerdì 18 settembre 2009

Il Dossier a luci rosse su Fini

Il mio caro e vecchio amico Vittorio Feltri (abbiamo fatto il militare nelle Giovani Marmotte assieme) mi ha nottetempo passato sottobanco il famigerato Dossier a luci rosse, che contiene scandali e porcherie su Gianfranco Fini.


Noi pubblichiamo una piccola anteprima del suo contenuto veramente scandaloso.



giovedì 17 settembre 2009

Alessia Marcuzzi succhia il wurstel

In questa gag, la showgirl Alessia Marcuzzi pratica una maldestra fellatio ad un wurstel. L'umorismo, dal sapore inglese e piccante (si guardi il Benny Hill Show, già negli anni '70), non è di per se deprecabile; ha tuttavia fatto insorgere associazioni di genitori, indignati contro la visone di un pompino in fascia pro tetta.
I genitori non sanno però che su Italia 1 la fascia pro tetta termina alle 12.25, con la prima edizione di Studio Aperto, al cui confronto i film porno sadomaso sono intrattenimento per bambini.

mercoledì 16 settembre 2009

Farabutti

Berlusconi: «Siamo circondati da farabutti in TV, stampa e politica».

Chissà a chi si riferisce?

Porca a Porca


Ecco i 4 punti più irrilevanti dell'intervento di Sylvio Berlusconi a "Porta a Porta", il porno-show nazista del suo amico Marrone Imenottero:

1. Per Berlusconi tutti i capi di governo italiani erano dei pivelli a confronto con lui. A partire da De Gasperi, che era un segaiolo.
Ovviamente il parametro per formulare questo giudizio non lo spiega a nessuno, forse è il Diarreometro: più merda uno fa uscire dalla bocca, più l'indice si alza. E tutti i capi di governo prima di lui, seppur vomitevoli, erano certo meno loquaci.

2. Così Berlusconi appiana le divergenze con Fini: «Tra me e Gianfranco Fini non c'è nessun dissapore. Abbiamo solo due visioni diverse della politica. Per Fini e i professionisti della politica il partito deve discutere le decisioni che devono essere prese dal governo. Per me il partito non è altro che una trappola acchiappavoti, un carrozzone di paraculi che mi leccano lo scroto, e reclutano per me giovani troiette che poi cerco di scoparmi, ma mi riduco ad osservarle mentre si masturbano, in attesa di un'erezione che non verrà mai perché non ho neppure più la prostata. I comunisti me l'hanno strappata e l'hanno collettivizzata. La usano a turno».

3. Ammette di esser stato costretto a partecipare a questa grande pagliacciata propagandistica (che ha prepotentemente oscurato ogni altro programma che le avrebbe tolto visibilità). Egli avrebbe certo preferito guardare la partita del Milan, ma, per amor di Patria, è stato obbligato ad andare in TV a raccontar favole e cazzate sulla ricostruzione in Abruzzo, e a delirare, senza contraddittorio, accusando il mondo intero di esser bolscevico, ebraico e di avercela con lui.

4. Poi attacca il centro-sinistra dicendo che i parlamentari del PD sono e saranno sempre dei vecchi comunisti, anche se sono cattolici e baciano la pantofola al papa, anche se sono capitalisti e fanno scalate finanziarie, ed anche se hanno favorito il salvataggio e la quotazione in borsa di Fininvest quando era piena zeppa di debiti.
Povero Stalin, assimilato a tale gentaglia!

lunedì 14 settembre 2009

5 notizie altamente irrilevanti

1. La carogna puzzolente di Mike Bongiorno viene tenuta nella bara a frollare un giorno in più, e si mutano le esequie di un vecchio bavoso in funerali di Stato (che prevedono la presenza del presidente del consiglio) affinché Berlusconi non abbia da andare alla Fiera del Levante a Bari, la città che è oramai sua fornitrice ufficiale di troie.
Povero Mike.

2. Il programma di propaganda di regime nazista "Porta a Porta" domani oscurerà la messa in onda del talk show politico Ballarò. Domani, nel notorio fazioso programma condotto da Marrone Imenottero (Bruno Vespa) si mostreranno i successi del regime, tra i quali i terremotati aquilani che ricevono in dono dal premier, in sostituzione di quelle crollate, bellissime e nuovissime case. Egualmente abusive e non antisismiche, cosicché non abbiano da trovarsi a disagio.

3. Vittorio Feltri (che noi tutti sappiamo esser nientemeno che il sudicio pornodivo Christoph Clark), lancia accuse - mentre si allena facendo i gargarismi con la sborra - anche a Fini di essere uno sporcaccione. Il Giornale da lui diretto (la carta igienica della famiglia Berlusconi) attacca chiunque non succhi l'ano del premier. Pare abbiano dossier anche sul Blogsboc, secondo i quali potrebbero rivelare al mondo che questo blog fa sboccare.

4. Umberto Bossi è colpito da diarrea fulminante dopo aver bevuto un bicchiere mezzo vuoto di acqua del Sacro Fiume Po.

5. Oggi è stato il compleanno di Gaetano Badalamenti, cantautore meridionale, e di Mariano Apicella, boss mafioso.


Nella foto: Mike Bongiorno riesce, con un'unica faccia da idiota, ad imitare contemporaneamente sia Falkor, il cane della Storia Infinita, che Jabba the Hutt, la ricotta ammuffita di Star Wars.

martedì 8 settembre 2009

Mike Bongiorno tira le cuoia

Coerentemente con le nostre tradizioni, il blog riparte quando qualcun altro diparte. Ovvero quando Mike Bongiorno muore. Ebbene sì, l'apparentemente immortale matusalemme del piccolo schermo è scomparso nottetempo nella sua villa abusiva a Montecarlo.

Ovviamente non ci dispiace neanche un po', tuttavia lo vogliamo ricordare con una celeberrima diceria a lui inerente:

"- Cosa fa Mike Bongiorno di notte?
- Mike Bonanotte."

E con due video delle sue più salienti gaffes televisive:




mercoledì 15 luglio 2009

Violenza, tokio hotel e cipolle

Violenza per i Tokio Hotel, la cover band dei ben più celebri Borello Hotel.
Il batterista (Dis)Gustav è stato colpito in testa da un boccale di birra bavarese, lanciatogli da un fan in segno di approvazione e stima.
Questo ennesimo gesto di violenza (precedentemente il chitarrista Tom aveva pestato a sangue una fan che - a suo dire - lo perseguitava) ci conferma come tale musica, definita Emo, sia foriera d'odio e di crudeltà.
Per questo la condanniamo.


venerdì 26 giugno 2009

E' morto Michael Clacson

Dopo David Carradine, morto mentre cercava di impiccare il proprio pene, un'altra star è rimasta vittima delle proprie parafilie sessuali. La libidine in questo caso ha portato il noto cantante Michael Clacson, famoso palpatore di infanti, all'infarto. Secondo quanto riferito dal fratello, prima avrebbe perso conoscenza cadendo a terra, ed infine, dopo che i paramedici gli hanno posto un dodicenne nudo accanto e non hanno riscontrato reazioni, ne sarebbe stato confermato il decesso.

Noi del blogsboc lo vogliamo ricordare nella maniera in cui lui avrebbe voluto essere ricordato: mediante le parodie di lui fatte nella serie TV Family Guy.


martedì 16 giugno 2009

The Club e il papa

Ed ora un video segnalatoci da una affezionatissiam utentessa: la presentazione di Papa Ratzinger a The Club, il celebre forum per provoloni che vogliono fare incontri, scambi di coppia, e fichi-fichi insieme.

mercoledì 10 giugno 2009

How to Shoot Friends & Interrogate People

Sai cos'è pericoloso? andare a caccia con Dick Cheney.



Lo dice anche Mr. Obama.



E qui i risultati dello sparamento, sull'avvocato Harry Whittington.


Un graffietto...


Cane

sabato 6 giugno 2009

Nobel per la pace a Silvio Berluconi

"Il Premio Nobel per la Pace non è mai stato assegnato ad un italiano dal 1907 ad oggi. (...) Oggi crediamo che, anche, l'Italia meriti di ricevere tale riconoscimento, e di essere degnamente rappresentata da Silvio Berlusconi, per il suo indiscusso impegno umanitario in campo nazionale ed internazionale."


"Un uomo che ha saputo coniugare, con la sua vita, le sue opere ed azioni, il pensiero liberale di Milton Friedman, l'umanesimo economico di Wilhelm Röepke, l'aspirazione di Muhammad Yunus a creare un sistema capitalista inclusivo e non esclusivo."

"Silvio Berlusconi merita il Premio Nobel per la Pace perchè ha contribuito in maniera determinante:

1. alla risoluzione del conflitto Russia-Georgia;

2. alla ripresa dei rapporti diplomatici tra la Libia e gli USA ed alla firma dello storico accordo di pace tra Libia e l'Italia;

3. a riportare la Campania al suo antico splendore, dopo il dramma dei rifiuti;

4. a riparare al disastro umanitario causato dal terremoto in Abruzzo
."

No, non si tratta di uno scherzo: queste frasi sono riportate dal sito web silvioperilnobel.it, nel quale un manipolo di matti, che si definisce il Comitato della Libertà, sostiene veramente che il nostro ben'amato Presidente si meriti un premio Nobel.

Questa notizia è talmente bizzarra che ha letteramente girato tutto il mondo: persino il New York Times ha scritto un articolo a proposito.

Invito tutti a scaricare il modulo di adesione e ad aderire a questa brillante iniziativa.

martedì 2 giugno 2009

Emo(rroidi)

Vorrei farvi vedere un video lercio, di alcuni ragazzini emo che eseguono un brano di loro composizione (presumo). Tuttavia il mio ritegno e bastevole a far sì che vi pubblichi solo il link, ove potrete guardarlo. Tutto il trash della rete è degno di essere osservato, ma non di esser pubblicato qui. Ebbene sì: anche il Blogsboc ha un limite.

Cliccate qui.

Magistrale la scena in cui l'efebo che canta simula di spararsi alla tempia.
In un reparto di oncologia infantile ho visto bambini più sani, più allegri, e soprattutto meno fastidiosi.

Nella foto: sovente la frustrazione giovanile può sfociare in enormi tragedie.

giovedì 28 maggio 2009

La rivincita dei nerd

Qualche settimana fa mi sono riguardato il leggendario film Revenge of the nerds, capolavoro degli anni '80. E da quando ho riascoltato questa canzone, da tempo dimenticata, non riesco più a togliermela dalla testa. Pertanto rendo anche voi partecipi della mia ossessione.

Revenge of the nerds - Techno rap song from Redmond Barry on Vimeo.


Aggiornamento: (by Paul)
Confrontate il video con questo spezzone, tratto dall'episodio finale della settima stagione de I Griffin:

venerdì 22 maggio 2009

Vita nuova per Berlusconi

Un'altro attacco ad personam contro il premier Berlusconi, rinvenuto in giro per la rete dal più fedele collaboratore di questo blog, il Fraudolento Hippie.
Sfacciata la faziosità, di certa stampa e di certe conventicole sul web, di sfruttare i piccoli difetti di memoria di un uomo anziano, il quale oltretutto ha un sacco di cose a cui pensare, e non può ricordarsi ogni singola parola che proferisce.
Vergogna!

lunedì 18 maggio 2009

Christoph Clark VS Feltri Vittorio

Tempo fa, visionando una pellicola pornografica, mi sono accorto che il direttore del quotidiano "Libero" Vittorio Feltri ha un passato -e forse anche un presente- da porno-attore. Egli compare, ed è un fatto noto (che voi stessi, cari lettori, potete verificare) in numerosi hard movie con lo pseudonimo di Christoph Clark.
Tutto ciò ci conferma due cose: che Feltri è indiscutibilmente un gran porco libidinoso, e che il suo giornale è un troiaio.
Soprattutto da quando pubblica la biografia di Berlusconi a fascicoli.


mercoledì 13 maggio 2009

Live action Simpsons

E i Simpsons si fecero carne, e vennero ad abitare in mezzo a noi...



Dei ciccioni inglesi interpretano i celebri personaggi del cartone animato.

lunedì 11 maggio 2009

È morto Padre Lucro!

Di ritorno dal mio annuale viaggio in Liechtenstein, sono venuto a conoscenza della morte di Padre Lucro (alias Don Gianni Baget Bozzo), un grande esempio di fede, sacrificio e dedizione alle pie opere di Nostro Signore.

Molti di voi forse non lo conoscevano, pertanto allego a questo articolo una piccola nota biografica scritta da qualcuno che lo ha conosciuto molto bene, facente essa parte di un dossier inerente ai nemici più pericolosi del super eroe Selebro Sesar:

PADRE LUCRO

Un salumiere della provincia di Rimini che, dopo la morte del suo cane Steve, è impazzito e si è autoproclamato prete.

Prima di diventare salumiere era un cappellano militare, esperto in guerriglia urbana ed esplosivi. È quindi da considerare uno dei nemici più pericolosi.

Gira a fare rapine e a chiedere il pizzo con un carro funebre rubato, e da lui stesso elaborato.

La sua base è una chiesa sconsacrata e i suoi subordinati sono dei CL pentiti. Si narra che nessuno l'abbia mai visto sorridere.

Nota biografica estratta dal volume: Sesar e i suoi più acerrimi nemici, a cura del Fraudolento Hippie.

venerdì 17 aprile 2009

Ronchi VS i Pooh

Qualora non lo aveste fatto, vorrei farvi notare che il ministro Andrea Ronchi è il sosia (o il clone addirittura) di Roby Fuckinetti dei Pooh, parola che in inglese significa pupù, ossia escrementi, pronunziato con enfasi fanciullesca.
In effetti sono entrambi due gran "faccia di merda".

martedì 7 aprile 2009

Ho dormido dendro a la maghina...

Cari lettori di questo vomitevole blog, ci risvegliamo dal torpore in cui eravamo sprofondati, per via della scossa di un sisma. Un sisma che era stato previsto, seppur con qualche errore di calcolo, da tale Gianpaolo Giuliani, al quale, i corvacci del regime non hanno voluto dare ascolto, e lo hanno pure querelato. E così stigmatizzava la sua figura di iettatore folle il più autorevole telegiornale del dittatore:


domenica 29 marzo 2009

Il Mago Turco

Questo simpatico mattacchione, è un mago turco. La versione anatolica della nostra Wanna Marchi, che ha improvvisamente una crisi mistica in diretta TV, forse scatenata dalla formula magica: «at lœrn de bi shàdash».

venerdì 27 marzo 2009

Siete ebrei?


Avete origini ebraiche? Fate parte della famiglia degli ashkenaziti? Siete un Levi o un Cohen?

Queste e altre apparentemente insolubili domande tutti gli uomini, ogni giorno, si pongono, non riuscendo a capire se sono ebrei oppure no. Io stesso per anni me lo sono chiesto; e finalmente, grazie ad una pubblicità proposta da Google ho trovato questo sito che ha risposto ai miei annosi interrogativi.

Mi è bastato inviare dei campioni di DNA e pagare con carta di credito solo 182 € per ottenere un soddisfacente responso:

Discendente da aplotipo ebraico
Della tribù di Levi
Zona di provenienza familiare: Alessandria d'Egitto

Entusiasmante, vero?
Provateci anche voi. Con pochissimi soldi potete togliervi questo assillante dubbio.


Ed ecco le testimonianze entusiastiche di chi ha provato:


«Con mia grande sorpresa ho scoperto, tramite un test del DNA, che proveniamo da un gruppo di pescatori fenici.»

Benjamin Tschupp




«Il risultato mi ha mostrato che i miei antenati erano scandinavi ed hanno vissuto ai tempi del Medioevo.»

Beat Begert




Avviso: Se non siete ebrei praticanti potete inviare come campione di DNA una fiala di sperma, mentre se siete ebrei ortodossi, e non potete quindi disperdere il seme, inviate un semplice campione di saliva.

Chiare delucidazioni scientifiche sul procedimento vengono fornite qui.


-

mercoledì 25 marzo 2009

Feccia Verde

Ho appena letto che Ferrovie dello Stato ha ingaggiato una battaglia legale contro Alitalia per la proprietà del marchio «Freccia Verde», che è il nome di due differenti servizi di trasporto delle due rispettive compagnie.
Ma chissà che cosa ne dirà l'eroe Marvel Freccia Verde, vero proprietario del suddetto marchio. Spero tanto che si incazzi e faccia causa a entrambe le compagnie.

Nel frattempo Alitalia e FS potrebbero convertire il marchio in «Feccia Verde», un nome calzante per due compagnie di merda.


Nella foto: Freccia Verde rompe la lanterna verde di Lanterna Verde, poiché secondo lui gli ha copiato e taroccato il nome.


-

lunedì 23 marzo 2009

DEMONESSA

In assoluto uno dei più significativi finti trailer di finti film in stile exploitation anni '70.
Da notare tutti i curatissimi particolari: soprattutto nel montaggio e nelle scenografie trash.

mercoledì 18 marzo 2009

Re Diamante e i Fato pietoso

Per chi non lo conoscesse Re Diamante (King Diamond) è una leggenda dell'heavy metal: la storica voce dei Mercyful Fate. Indubbiamente uno fra i cantautori del metallo con l'estetica più elaborata, posticcia e delicata che ci sia.
Questo video è - a mio avviso - la consacrazione di queste sue virtù.
Le scene più entusiasmanti sono quelle dove Re Diamante fa le sue pose drammatiche sul dirupo della Verna, dove accoglie quel vecchietto smarrito in casa, e soprattutto dove i suoi compagni di gruppo celebrano il suo funerale in una chiesa deserta, e poi loro stesi se ne vanno: segno inequivocabile che Re Diamante non ha molti amici, neppure tra i metallari.

sabato 14 marzo 2009

Lo show ipnotico di Kenny Craig

Recentemente, attendendo con impazienza l'uscita della seconda stagione dello spin off Little Britain USA, ho avuto modo di riguardare tutti gli episodi di Little Britain.
Vorrei proporvi questo divertente sketch in cui Matt Lucas impersona l'ipnotista Kenny Craig.



Questo geniale personaggio utilizza i suoi poteri senza alcuno scrupolo per le questioni più futili: a volte ipnotizza la propria fidanzata per farci del sesso quando lei non vuole, oppure, quando sono fuori a cena in un ristorante di lusso, la fa desistere dal prendere i piatti più costosi per poi prenderli unicamente lui.

Look into my eyes, look into my eyes, don't look around the eyes, don't look around the eyes, look into my eyes...3, 2, 1...you're back in the room!

lunedì 9 marzo 2009

Cavallette

Vi propongo questo eccezionale spaccato cartoonesco della storia dell'umanità, realizzato parecchio tempo fa dal fumettista Bruno Bozzetto.

venerdì 6 marzo 2009

La bilancia pesa merde

Ogni persona che riflette sul senso della vita arriva spesso a porsi delle domande esistenziali, alle quali disgraziatamente non riesce a dare una risposta.

Ebbene, chi di noi uomini, nel profondo del proprio cuore, non si è mai chiesto quanto potessero pesare i propri escrementi?

Oggi, grazie alla scienza, al progresso e all'invenzione di un designer cinese, possiamo rispondere anche questo sgradevole interrogativo che ci ha sempre tormentato.


mercoledì 4 marzo 2009

Sei sbronzo?


Oggi vi voglio parlare del grande Renzo Bossi, primogenito, erede, pupillo, delfino e trota del Senatùr (anche se dovremmo chiamarlo Minìster). Anzi, in realtà non vi voglio dire niente su di lui, poiché la sua sagacia è già nota ai più. Vi volevo solo far notare che:

R E N Z O----B O S S I

è l'anagramma di

S E I----S B R O N Z O


Sarà questo il motivo per cui non riesce, da 15 anni, a superare l'esame di maturità.


venerdì 27 febbraio 2009

Your mother is a fraggin' aardvark!

Questo è uno dei film marci che mi ha ossessionato di più in tenera età. Forse per l'assurdità della trama, o forse per la presenza di quegli orridi mostri, primo fra tutti David Bowie, che fa bella mostra del suo "pacchetto" attraverso quei pantaloni attillati. In Labyrinth il Duca Bianco è una strega che rapisce un neonato, e la di lui sorella se lo deve riprendere, affrontando prove e situazioni improbabili nel labirinto di Ziggy Stardust. Senza dubbio, in questo spezzone, la parte più saliente è l'imprecazione proferita da quell'omuncolo che sposta le mattonelle della pavimentazione del labirinto. Cosa dica è tutto da vedere. A mio avviso: «your mother is a fraggin' aardvark!».

martedì 24 febbraio 2009

Tributo a Scooby Doo



Finito il periodo di carnevale, e abbandonata l'identità di inquilino della Mistery Machine, risulta doveroso un tributo alla gang di Scooby Doo. Nella sua versione più tossica.



giovedì 19 febbraio 2009

Omaggio ad Oreste Lionello

Sono qui oggi, oltre che per confermare la mia presenza in occasione di necrologi, per fare un saluto al grande Oreste Lionello, morto questa mattina a Roma all'età di 81 anni.

L'elenco di personaggi cinematografici che ha tradotto e doppiato durante la sua lunga carriera è incredibile. In particolare ricordiamo Charlie Chaplin (Il grande dittatore), Peter Sellers (Il dottor stranamore), Dick Van Dyke (Mary Poppins), Gene Wilder (Frankenstein Junior) e, naturalmente, la storica ed inconfondibile voce di Woody Allen.



Il suo lavoro dietro le quinte nell'adattare alla lingua italiana dialoghi e battute è veramente strepitoso.
Solo per fare un esempio, è storica in Frankenstein Junior la famosa battuta "Lupo ululà, castello ululì", traduzione del gioco di parole tra "werewolves" (lupi mannari) e "where wolves?" (dove [sono] i lupi?).

Noi della redazione vogliamo oggi omaggiarlo con questo spezzone, forse un po' meno conosciuto, tratto da Il dittatore dello stato libero di Bananas:

Cosa fa Mike Bongiorno di notte? Mike Bonanotte.

In questa splendida piccola antologia, il vecchio Mike smadonna come un assatanato contro la sua schiavetta decerebrata, che si prende giuoco degli Sponsor!.
Se nei canali televisivi mandassero in onda solo i "fuori onda", anziché le scenette da copione prefabbricate e artefatte, allora diventerei teledipendente.

martedì 17 febbraio 2009

Ha da venì Baffino!


Al tempo di Pappone&DonCamillo, i vecchi compagni dicevano ai loro rivali seguaci del democristo: «Ha da venì Baffone!», intendendo che Stalin avrebbe sistemato tutti quei sudici mangiaostie.
Ma quello che una volta era un utopico e ironico augurio di rinnovamento, cambiamento e rivoluzione, oggi, nella sua variante dalemiana, con le dimissioni di Walter Veltroni, è una realistica e tetra minaccia di rinvecchiamento per il PD.
Insomma, il vecchio Baffino ce l'ha fatta a far esaurire il povero Walter.

Per riacquisire credibilità il 45% delle azioni del partito verranno vendute alla Mediaset S.p.A, che ne ricaverà un format televisivo: un ficality, a metà tra il reality e la fiction.


Nella foto: Massimo D'Alema, conduttore di "Occhio alla spesa", in onda su RAI1.

venerdì 13 febbraio 2009

Urban dictionary

Da quando l'ho scoperto non riesco più a farne a meno: un utilissimo strumento per comprendere il linguaggio inglese più moderno, lo slang e tutti i modi di dire triviali di cui è infarcita la comicità anglosassone. Sto parlando dell'Urban dictionary: un dizionario libero, consultabile, modificabile e compilabile da qualsiasi utente della rete, aggiornato in tempo reale e ricchissimo di definizioni, anche bizzarre e spiritose, oltre a quelle più serie e convenzionali. Esso glossa con ilare nonchalance tutti quei termini che non troverete mai in un dizionario tradizionale, e parodizza brillantemente invece quelli più usuali.
Ecco alcuni esempi:

Emo
Like a Goth, only much less dark and much more Harry Potter.

Pope
An awesome guy that rides aroud in a Pope mobile because he got shot. He actually went to prison and personally forgave the guy that shot him.
The pope is the "godfather" of the catholic church.

Pussy
The box a dick comes in

Jizz
The secret ingredient of a Big Mac.

Death
1. What happens when you eat at McDonald's too often.
2. Guy in a black cloak wielding a big scythe.

God
A guy who talked to some Jewish guys, some Christian guys, and some Islam guys, and accidentaly caused more people to die than anyone else in human history.

Sex
1.A painful activity in which a man, using the stiffest and pointiest part of his pelvic region, repeatedly stabs a female in her crotch until he feels satisfied.
2.What kind of moron are you that you look up sex in the urban dictionary?
3.Sex is like math: you add the bed, subtract the clothes, divide the legs and pray you dont multiply!

Politics
Poli: Many + Tic(k)s: Bloodsucking creatures.

Dog
Not a cat.

Ovviamente le definizioni non finiscono qui. Per ogni lemma ci sono pagine e pagine ad esso dedicate. Insomma, un vero piacere per dilettarsi ed imparare qualcosa sulla VERA cultura anglosassone.

mercoledì 11 febbraio 2009

Verità rivelate


Uno degli slogan più utilizzati, e considerati più incisivi, dal mancato presidente McCain rimarcava il fatto che lui era il patròn delle patatine. E ho notato che questa caratteristica, anche in Italia, giocava a suo vantaggio, e molti si sono interessati a lui in quanto patatinaro.

domenica 8 febbraio 2009

EUTANASIA

martedì 3 febbraio 2009

L'allegra scampagnata del clandestino

Questo piccolo scorcio fumettistico è dedicato, idealmente, al ministro dell'Interno Maroni, il quale ritiene che il viaggio intrapreso dai clandestini sia una piacevole passeggiata, e che pertanto bisogna esser «cattivi» con loro e ricacciarli al proprio paese d'origine.





giovedì 22 gennaio 2009

Bersani VS Larry

E' oramai noto a tutti che, quando non risana bilanci statali, ed il suo omologo antagonista Tremonti si cura di incasinarli (promuovendo condoni, evasione fiscale e aggravando il debito pubblico), il ministro ombra dell'economia, Pier Luigi Bersani, recita con lo pseudonimo di Alan Rachins nella popolare serie Dharma&Greg, interpretando un vecchio capellone hippy di nome Larry.

mercoledì 21 gennaio 2009

Evviva, evviva cacà

Di solito in questo blog non ci si occupa di quel turpe affare che è il calcio, ma dopo aver visto questo video non potevo non render partecipi voi tutti, affezionati lettori, di questo triste e squallido teatrino. Con tutti i problemi seri che ha il paese c'è gente che pensa solo a cacà.



P.S. Non so come funzioni nel calcio o che problemi abbia Berlusconi, ma io non ho mai speso una lira per cacà.

lunedì 19 gennaio 2009

Slaughtered Vomit Dolls

Questo è il trailer di uno shock movie realizzato qualche tempo fa. Lo "schock" consiste nel mostrare immagini di sbudellamenti e vivisezioni umane unite a conati e flussi copiosi di vomito, il tutto atto a creare un nuovo sottogenere nella galassia dell'horror: il VOMIT GORE. Il risultato complessivo, avendo visto per intero il film, è assai modesto, se non scadente; in ogni caso come esperimento e come idea è abbastanza valido. Non è da cassare direttamente come squallido trash da 2 soldi, sebbene lo sia, poiché ci sono "opere d'arte", nei musei di tutto il mondo, dello stesso tenore.

!Attenzione! Non guardatelo qualora abbiate appena mangiato.

venerdì 16 gennaio 2009

Tributo a Khan

Pochi giorni fa ci ha lasciato, alla venera età di 88 anni, Ricardo Montalban, noto agli appassionati della fantascienza come uno dei migliori avversari del capitano Kirk, ovvero Khan nella Serie Classica e nel film L'ira di Khan, oltre che per il suo ruolo in due film della saga del Pianeta delle Scimmie e per una miriade di ruoli al di fuori della fantascienza.



Noi del Blogsboc vogliamo ricordarlo con questo bellissimo spezzone di "Star Strik: Lira di Cahn", dove troviamo una delle sue massime interpretazioni ridoppiata in dialetto ferrarese dalla mitica SpasmoVideo:

Mike Crain - GOD'S POWER

Mike Crain era un prete di periferia, a cui da 3 anni non arrivavano più i fondi dell'8 per mille. Era arrabbiato ed inviperito, e per sfogare i suoi rancori era scivolato nel tunnel dell'etilismo. Le sue messe erano uno sproloquio di lamentele e di imprecazioni blasfeme, e i suoi sermoni indignarono presto gli alti prelati vaticani. Stava per esser scomunicato ed esonerato dal servizio di catechesi quando vide in TV un film di kung fu con Bruce Lee. Si risollevò allora dalla depressione e riacquistò le energie di un tempo. Grazie al GOD'S POWER e al karate tornò a furoreggiare, ardente di fede come un tempo. Nei suoi sermoni smise di lamentarsi, e riprese ad attaccare coppie di fatto, omosessuali, donne abortiste, scienziati, razionalisti, relativisti, comunisti e senzadio. Amen.

mercoledì 14 gennaio 2009

Batasha

Sempre per parlare di spezzoni filmici inintellegibili, vi propongo di osservare questo, e di cercare di trarne delle conclusioni. E' uno dei video amatoriali più trash, e pertanto più apprezzabili, che in questo periodo circuitano sul web.
E' stato girato ed interpretato da due ragazzi reduci dall'Iraq, testimoni delle atrocità della battaglia di Falluja, e affetti da DPTS (Sindrome da stress post traumatico).

martedì 13 gennaio 2009

Teddy bear blowjob

Da almeno quindici anni, da quando ho visto il film The Shining, ho un interrogativo irrisolto che viene alimentato ogni qualvolta mi ricompare sotto gli occhi questa scena: un anonimo, mascherato integralmente da orsetto, con il deretano di fuori, che pratica - forse - una fellatio ad un damerino in abito da cocktail. Né sul web né sull'autorevole Wikipedia c'è un'interpretazione univoca e concreta.

domenica 11 gennaio 2009

Lei è un pezzo di merda

E ora un classico della trash TV che fa audience con le vicende toccanti, i drammi personali, le emozioni strazianti e l'autocombustione.
Il mitico Nicola De Martino tenta di darsi fuoco per protestare contro il presentatore della trasmissione (Maurizio Martinelli), che non vuole leggere un'epistola da lui stesso scritta.

venerdì 9 gennaio 2009

Massoneria VS Gmail

Oggi esamineremo una verosimiglianza piuttosto inquietante: quella tra il grembiulino rituale della massoneria e il logo di Gmail (il servizio di Webmail di Google).



Come potete notare sono assolutamente identici. Questo apre spiragli inimagginabili e misteriosi.
A voi ipotizzare quali...

giovedì 8 gennaio 2009

REBUS

Il rimpasto della criminale giunta napoletana. Berlusconi che dopo aver mandato a cagare Air France la sceglie come partner per Alitalia. Il lodo Alfano. La riforma Gelmini per rendere asfittica e far collassare l'università.

Tutto ciò mi sembra una colossale...


Indovinate.

giovedì 1 gennaio 2009

Pino Scotto vs. Cinema Bizarre

Il mitico Pino Scotto - dopo aver più volte diffamato i Tokio Hotel - sembra essersi scagliato contro l'intera ondata di gruppi emo che sta gradualmente uniformando ed effemminando il look di ogni teen ager.
I suoi ultimi insulti vanno contro i Cinema Bizarre, una band crucca costituita da ragazzini dall'aspetto piuttosto 'gaio'.